DTC [Direct To Consumer]: in che modo la vendita diretta al consumatore può avvantaggiare il tuo marchio?

DTC (direct-to-consumer) è un modello di business relativamente nuovo che molte aziende hanno adottato negli ultimi 15 anni.

In precedenza, la soluzione migliore per la vendita dei prodotti era spesso quella di rivolgersi a rivenditori fisici, grossisti o mercati online di terze parti come Amazon. Sebbene queste strade siano convenienti per i consumatori, hanno un costo: questi canali richiedono un taglio di un importo fisso di denaro o di una percentuale di ogni vendita.

Oggi, DTC ha cambiato il modo in cui i commercianti vendono. Perché rinunciare a una percentuale delle tue entrate lorde quando puoi commercializzare direttamente ai tuoi clienti e coltivare meglio quelle relazioni?

Non solo i brand DTC trattengono più entrate da ogni vendita, ma ti danno anche il controllo completo sull’intera esperienza del cliente , dagli sforzi di acquisizione dei clienti come le campagne pubblicitarie, fino al processo di checkout e alle e-mail pre e post-acquisto.

Cos’è DTC?

Direct-to-consumer (in italiano: vendita diretta al consumatore) è quando un produttore, una marca di beni di consumo confezionati o qualsiasi individuo con un prodotto sul mercato vende il proprio prodotto direttamente al cliente finale (il consumatore) ignorando tutti gli intermediari, inclusi rivenditori e grossisti. Il più delle volte, i marchi DTC faciliteranno queste transazioni di vendita attraverso il loro sito Web o App.

Vantaggi DTC

La vendita diretta al consumatore include numerosi vantaggi, tra cui la possibilità di conoscere gli interessi di acquisto, i comportamenti e le preferenze dei clienti, nonché la capacità di comunicare direttamente con loro. Aiuta anche a mantenere bassi i costi per il consumatore finale perché elimina gli intermediari che di solito prendono una parte della vendita o aggiungono un ricarico al prodotto.

In questo modo, un modello di business DTC ti consente di vendere i tuoi prodotti a una qualità molto più elevata e a un prezzo più basso. Ciò può rendere più facile per il consumatore capire meglio il valore del prodotto.

Vendita al dettaglio vs DTC

Vendere attraverso canali di vendita al dettaglio di terze parti (sia fisici che online) in genere significa vendere attraverso canali che non possiedi e su cui non hai alcun controllo.

Se un cliente acquista uno dei tuoi prodotti su Amazon, è un cliente Amazon, non un tuo cliente. Nulla impedisce ad Amazon di abbandonare la tua linea di prodotti ogni volta che lo desidera e non ci sono tattiche di conservazione che puoi utilizzare per impedire al cliente di tornare su Amazon e acquistare da uno dei tuoi concorrenti la prossima volta che farà acquisti.

Con DTC, invece, controlli l’intera esperienza del cliente. Dalla messaggistica e dal brand del tuo sito Web  e-commerce, alle e-mail di conferma dell’acquisto e all’esperienza di assistenza clienti, l’intera esperienza può essere personalizzata per essere ciò che è meglio per la tua marca e, soprattutto, ciò che è meglio per i tuoi clienti.

Questa idea di marketing di proprietà in cui controlli i tuoi canali di marketing come il tuo negozio online, l’elenco di e-mail e l’elenco di SMS invece di “affittarli” ti consente di creare esperienze uniche per i tuoi clienti e comunicare con loro quanto vuoi per aumentare le vendite.